DRONEmc.

Agricoltura di Precisione

Oggi va di moda chiamarla AGRICOLTURA DI PRECISIONE. Aiutati dalle recenti evoluzioni della tecnologia applicata ai droni e alle nuove normative a livello europeo, quella dell'agricoltura è un settore che sta rapidamente diventando tecnologicamente avanzato grazie all'ausilio delle più svariate possibilità che gli APR offrono in questo campo. Con una popolazione globale che dovrebbe raggiungere oltre nove miliardi entro il 2050, il consumo agricolo dovrebbe aumentare del 70%, una stima complicata da modelli meteorologici imprevedibili e catastrofi naturali. I droni possono contribuire notevolmente nella soluzione critica a quest'aumento imponente della domanda, insieme a una più stretta collaborazione tra governi, leader tecnologici e industria. I droni possono aiutare gli agricoltori in una serie di compiti, dall'analisi e pianificazione, all'effettiva piantagione di colture e al successivo monitoraggio dei campi per accertare la salute e la crescita. Man mano che le aziende agricole diventano più grandi e più efficienti, i droni si rivelano preziosi collaboratori per soddisfare questa crescente domanda nella gestione precisa delle operazioni vitali di un'azienda agricola.

Applicazioni Specifiche

Ecco alcuni modi in cui i droni possono svolgere una serie di ruoli per assistere gli agricoltori durante il ciclo colturale.

  1. analisi del suolo e dei campi: i droni sono in grado di produrre mappe precise per l'analisi del suolo all'inizio del ciclo colturale, che aiuta a dirigere i modelli di semina. Dopo la semina, questi dati aiutano a determinare l'irrigazione e la gestione del livello degli elementi nutrizionali.
  2. monitoraggio delle colture in tempo reale: attualmente il maggiore ostacolo a cui va in contro il settore agricolo è la bassa efficienza nel monitoraggio delle colture derivante dall'enorme portata dell'agricoltura intensiva, aggravata da condizioni meteorologiche sempre più instabili che aumentano i rischi e i costi di manutenzione degli impianti;
  3. irrigazione: i droni della Drone-mc sono dotati di sensori iper-spettrali, multispettrali e termici che consentono di identificare le aree che richiedono un'irrigazione e un trattamento diverso rispetto ad altre zone della stessa coltura. Una volta che le colture hanno iniziato a crescere, una seconda mappatura riesce a calcolare il loro indice vegetativo NDVI (Normalized Difference Vegetation Index) e l'indicatore di salute, misurando la firma termica della coltura;
  4. valutazione della salute: scansionando le colture con luce visibile e infrarossa (IR), i droni sono in grado di identificare quali piante possono essere infettate da batteri o funghi, contribuendo a prevenire la diffusione della malattia ad altre colture.

L'utilizzo dei droni consente di eseguire un telerilevamento multispettrale volando a bassa quota, in tal modo s'individuano le necessità specifiche di ogni coltivazione ed è possibile attivarsi per intervenire tempestivamente sul problema.

È una pratica diligente che richiede professionisti affiancati dalle più recenti tecnologie in grado di misurare lo stato di salute delle colture durante la crescita o quando sorgono segni di stress aiutando gli agricoltori ad agire per tempo fino a una granularità di pochi metri quadrati. Il vantaggio è che, gestendo con maggiore precisione le colture, i coltivatori possono ridurre i fattori produttivi e intensificare la resa. Grazie alla tecnologia dei nostri droni agli agricoltori, oltre a raccogliere una quantità di dati necessari per una più efficiente gestione delle colture di precisione, possono programmare in modo tempestivo ed efficiente il lavoro dell'anno successivo.

L'avanzata tecnologia dei sensori montati sui nostri droni, ha la capacità di acquisire dati precisi che, coltivatori, agronomi e assicuratori delle colture possono utilizzare per risolvere problematiche, rivelandosi indispensabili nel processo decisionale. I dati ottenuti sono di aiuto anche alle aziende agrochimiche e di sementi per migliorare i propri prodotti, ridurre i costi e aumentare l'efficienza.

La Drone-mc opera con camere e sensori all'avanguardia

Camera con sensore termico: Misura le radiazioni infrarosse, rilevando la temperatura relativa della superficie del terreno e degli oggetti, il risultato sono immagini termiche che possono essere utilizzate per studiare la fisiologia delle piante, programmare l'irrigazione, valutare il raggruppamento e stagnazione dell'acqua;

Camera con sensore multispettrale: i sensori multispettrali catturano la radiazione luminosa sia visibile sia invisibile, dividendo i dati spettrali nelle sue singole bande. Può essere utilizzato per monitorare la salute delle colture e determinare il danno da parassiti;

Camera con sensore iperspettrali: utilizzati più comunemente nelle applicazioni di ricerca agricola, come lo studio della fisiologia delle piante e la valutazione del vigore di varietà delle colture strettamente correlate, potenti sensori iperspettrali raccolgono centinaia di bande di dati spettrali che riflettono da una superficie;

Scorri