DRONEmc.

Mappatura Amianto

L'amianto è una di quelle cose che può far desistere dei potenziali acquirenti dall'acquisto di un immobile o chi negli anni del grande boom ha ricoperto i tetti della propria azienda con questo materiale e ora si preoccupa della sicurezza dei loro dipendenti.

Una volta la copertura in amianto era una scelta molto diffusa nelle case e nelle aziende di tutto il mondo, questo ovviamente era prima che si conoscessero i gravi rischi per la salute che questo composto cela.

Il volo a bassa quota permette di avere un punto di vista privilegiato grazie al quale, con adeguati sensori, un drone può raccogliere informazioni digitali utilissime per descrivere i fenomeni che interessano il terreno sottostante. La possibilità di osservare da una prospettiva aerea le coperture degli immobili, consente lo sviluppo di una serie di soluzioni applicative: dall'analisi della dispersione termica in atmosfera, fino all'identificazione dei materiali costruttivi.

Durante il volo il sensore iperspettrale rileva le frequenze emesse dalla superficie identificando quella specifica dell'amianto, la presenza e il suo stato di deterioramento. Tutte queste informazioni consentono di stabilire le priorità per la rimozione. Tutto ciò accade con un costo significativamente inferiore rispetto all'uso di velivoli con equipaggio.

Censimento e classificazione delle coperture in MCA (Materiali Contenenti Amianto)

Grazie a questo metodo innovativo, Drone-mc può produrre una mappatura delle coperture in Amianto anche per territori di dimensioni ridotte, consentendo anche al privato o a Comuni di piccole dimensioni di accedere a informazioni puntuali altrimenti non disponibili.

Il processo prevede la consegna al Committente di dati compatibili con i sistemi GIS comunemente utilizzati nelle varie Amministrazioni: ciò permette di evidenziare, ad esempio, la mappatura vettoriale sovrapposta a quella catastale, individuando la presenza di coperture in MCA con la classificazione dello stato di conservazione delle coperture, la stima della superficie totale e della cubatura di MCA e l'identificativo catastale relativo.

Esistono numerose tecniche utilizzabili per la mappatura indiretta delle coperture in fibrocemento contenenti amianto, caratterizzate da diversi gradi di accuratezza statistica, risoluzione e costi, ma nessuna metodologia è in grado di identificare la presenza di amianto anche in coperture di superfici ridotte e classificarne lo stato di conservazione a costi sostenibili e garantendo la massima accuratezza delle informazioni rilevate, fino ad oggi.

Drone-mc vuole lanciare il progetto Free From Asbestos con sistema innovativo per la classificazione dello stato di conservazione delle coperture in fibrocemento contenenti amianto (MCA), grazie alle immagini ad alta definizione ricavate dai voli dei nostri droni.

Il progetto comprende un insieme di tecniche di analisi che combinano l'interpretazione d'immagini aeree multispettrali con lo studio delle informazioni tratte da rilievi a bassa quota effettuati utilizzando gli APR.

L'integrazione di queste tecniche restituisce oltre alla mappatura delle coperture di dimensioni ridotte, anche la loro classificazione. Non basta, quindi, sapere dove sono le coperture in fibrocemento contenenti amianto, conoscere il loro stato di conservazione è un'informazione indispensabile per valutare il rischio e proteggere noi stessi e la nostra comunità.

Quando si tratta di superfici in amianto, ci sono numerosi rischi per la salute che devono essere considerati, soprattutto quando si effettuano riparazioni, sostituzioni o smaltimento di tetti o semplicemente si esegue un'indagine per la verifica dello stato in essere.

Noi della Drone-mc trattiamo seriamente la salute e mettiamo la sicurezza dei nostri dipendenti in cima alle nostre priorità, ecco perché quando forniamo servizi di rilevamento dei siti con la presenza di amianto, utilizziamo droni con tecnologie avanzate.

Scorri